I FUEGOTEC SI AGGIUDICANO IL PRIMO INCONTRO DELLA FINALE (2-2) 5-2


I FUEGOTEC SI AGGIUDICANO IL PRIMO INCONTRO DELLA FINALE (2-2) 5-2


  

Domenica i Fuegotec ospitavano i nostri ragazzi per la prima finale della storia del nostro club amatoriale, l’incontro prendeva da subito la via giusta per la squadra di capitan Piaget, dopo pochi secondi infatti si passava sul 0-1 con la rete di Filippo Piaget seguita dal raddoppio di Peter Kocis, portatosi sul 0-2 giocando un ottimo hockey tutto faceva ben sperare, ma poi le cose in pista sono cambiate, la maggior determinazione e probabilmente l’esperienza hanno fatto la differenza in campo, i Fuegotec abituati a recuperare nelle semifinali, hanno iniziato ad imporre il proprio gioco, mettendo sempre due giocatori se non tre davanti al portiere avversario, in questo modo hanno realizzato su “rebaund” il goal del 1-2,  per poi riportarsi in parità dopo alcuni minuti.

 

A quel punto dopo la pausa il gioco diventava sempre più nervoso e le penalità fioccavano per gli arancioni, l’arbitraggio inguardabile non aiutava certo a stare calmi, ma dobbiamo dire che il risultato finale non è dovuto all’arbitraggio ma al troppo nervosismo dei nostri giocatori.

In cinque contro quattro i Fuegotec passavano in vantaggio su tiro dalla linea blu, da li in poi la tensione era sempre più accentuata e purtroppo non faceva che fare il gioco dei padroni di casa, abili a giocare e a provocare quel che basta.

In un’azione confusa i Fuegotec siglavano il 4-2 su autogoal, nemmeno la fortuna era dalla parte degli ospiti.

Allo scadere dal termine della partita, i Fuegotec siglavano anche il 5-2 su un goal viziato da un fuorigioco nettissimo, era l’ennesimo errore dell’arbitro di Varese Christian Di Pietro, dimostratosi veramente non all’altezza della situazione.

 

Segnaliamo che Jordan Brambilla ha ricevuto una penalità di partita dopo aver ricevuto per ben due volte un calcio nello sterno ( con la lama del pattino ), mentre era a terra  da Giacomo Bernasconi, anch’esso punito con penalità di partita.

Un gesto veramente inopportuno in un campionato amatoriale.

 

Ora tocca trovare concentrazione e umiltà per poter vincere il ritorno che si svolgerà domenica 20 Marzo alla Resega di Lugano, alle ore 18:45.

 

Ci crediamo ancora !!!

HC JONNY LUGANO

15.03.2016